È polemica sulla Ruffino, “poltronissima” dei berluscones

Pubblicato Mercoledì 06 Luglio 2011, ore 8,19

La sindachessa di Giaveno, collezionista di cariche e nomine, apre la lista dei bulimici da potere. Ma è in buona compagnia con Bonino, Porchietto, Loiaconi, Tentoni e Coppola. Il caso dei doppi e tripli incarichi al vaglio del neo segretario Alfano

TRIANGOLO del potere

Così fan tutti. Nel centrosinistra, in barba a statuti e regolamenti; nel centrodestra, dove per essere più sbrigativi, non v’è traccia di norme sulle incompatibilità. La bulimia da potere colpisce indistintamente entrambi gli schieramenti, un lungo elenco di politici con doppi e tripli incarichi, che siedono contemporaneamente su più poltrone. Nel palmares pidiellino la medaglia d’oro spetta di diritto a Daniela Ruffino, collezionista senza rivali di cariche e nomine. La sindachessa di Giaveno, a lungo legata sentimentalmente al vicecapogruppo azzurro di Montecitorio Osvaldo Napoli, è pure consigliera della Provincia di Torino, presidente dell’interporto Sito di Orbassano e componente del Consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Inpdap (istituto previdenziale dei dipendenti pubblici), designata dall’Associazione dei Comuni per conto del quale è pure delegata scuola e formazione. E l’Anci è da sempre feudo del suo potente mentore che da vicepresidente vicario, dopo la conclusione del mandato di Chiamparino, oggi dirige in prima persona. Infine, nei ritagli di tempo, indossa i panni del dirigente politico in qualità di vicecoordinatrice provinciale del Pdl torinese.

 

Un partito guidato in tandem con Barbara Bonino, che per non essere da meno cumula ben tre cariche: assessore regionale ai Trasporti, consigliera a Palazzo Cisterna e, appunto, coordinatrice provinciale dei berluscones. A ruota seguono i suoi colleghi di giunta Claudia Porchietto, assessore al Lavoro e consigliera provinciale, e il titolare della Cultura, Michele Coppola, che da candidato trombato alle ultime comunali si è comunque assicurato uno scranno in Sala Rossa.

 

Doppia casacca pure per Roberto Tentoni (consigliere regionale e provinciale) e Nadia Loiaconi, capogruppo in Provincia e presidente di Barricalla. Sempre nelle file berlusconiane il vicecoordinatore cittadino e neo consigliere del Comune di Torino Maurizio Marrone è riuscito a farsi nominare nel cda dell’Ires Piemonte. Per non dire di Maria Teresa Armosimo, presidente della Provincia di Asti e parlamentare, una dei leader dei dissidenti interni.

 

Se finora non vi sono stati impedimenti all’accumulo di incarichi, presto la musica potrebbe cambiare. Soprattutto se il nuovo segretario nazionale darà seguito agli impegni assunti all’atto dell’incoronazione. “Regole e sanzioni” sono le condizioni imprescindibili per dare forma a quel “partito degli onesti” delineato venerdì scorso da Angelino Alfano. Per questo sembra che sulla sua scrivania a via dell’Umiltà ci sia in bella evidenza una nota sull’andazzo del partito torinese.

Delicious
I più letti del Buco della serratura
Donato, uno degli arrestati nell'operazione San Michele, è iscritto al circolo di Venaria. Secondo la sua segretaria pensava molto alla politica. Mor...Articolo completo
Paradossalmente l’abolizione del vitalizio fa lievitare la busta paga degli eletti a Palazzo Lascaris: 1.600 euro in più a testa. La denuncia del M...Articolo completo
Non inganni la grottesca presenza dei Cetto Laqualunque: è il modus operandi della 'ndrangheta. Personaggi minori, facilmente condizionabili e manipo...Articolo completo
Le cosche volevano inserirsi nei lavori della Torino-Lione. Indagato il capo dell'Italcoge, azienda operante nel cantiere di Chiomonte. Uno degli arre...Articolo completo
In attesa della grande abbuffata delle nomine l’appetito viene stimolato dall’antipasto: una decina di partecipate di Finpiemonte devono rinnovare...Articolo completo
I tentacoli in Piemonte della cosca crotonese “Greco”. Le accuse sono associazione di tipo mafioso, estorsione, usura e traffico illecito di rifiu...Articolo completo
Altre notizie del Buco della serratura
Dopo la denuncia del pm Padalino e delle forze dell’ordine, il viceministro alla Giustizia Costa rivendica lo “spirito garantista” del provvedim...Articolo completo
Sembra il triste remake di una pellicola anni Settanta, invece è quanto sta accadendo con il decreto "svuota carceri". Accusa il magistrato Padalino:...Articolo completo
La Regione affronterà i nuovi risvolti della procreazione assistita nella prima seduta di giunta, giovedì 28 agosto. Ma mentre il pubblico è in att...Articolo completo
Al tradizionale (e vincente) brand i dirigenti del Pd subalpino preferiscono la dizione "democratica metropolitana". E scoppia la polemica. Si inizia...Articolo completo
Battuta d'arresto del titolo in Borsa. L'istituto elvetico assegna una view negativa soprattutto sulle performance industriali e commerciali. E il mer...Articolo completo
L'istituto che si occupa della salute pubblica, uno dei fiori all'occhiello del sistema sanitario, attende da tre anni una legge che ne ridisegni l'or...Articolo completo
Lo Spiffero s.r.l. - P.I. 10402470016 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando - Coordinamento redazionale: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com