Domenica 20 Aprile 2014, ore 14,35
LUTTO

Addio a Valetto, cavaliere scudocrociato

Figura di spicco dell’imprenditoria (gruppo Saiag) e della politica subalpina, si è spento il giorno di Pasqua all’età di 94 anni. Partigiano cattolico, amico di Oscar Luigi Scalfaro, fu consigliere regionale della Dc e amministratore della Crt

Si è spento all’età di 94 anni Cornelio Valetto, partigiano, imprenditore, editore e politico. È morto questa mattina, giorno di Pasqua, nella sua casa di Torino alla Crocetta. Laureato in filosofia, cavaliere del lavoro, Valetto, classe 1919, ha guidato per quasi quattro decenni il gruppo Comital Saiag di Volpiano con oltre 5mila dipendenti, 18 stabilimenti e marchi come Cuki e Domopak, le scope della Tonkita. Nel 1984 aveva lasciato l’azienda che è stata poi venduta nel 2006 a Carlo De Benedetti. La pensione era arrivata dopo sessant’anni di lavoro da capo azienda e qualcun altro da garzone in un negozio di alimentari. A ottantasette anni decise di lasciare il timone di una attività che aveva iniziato nel dopoguerra: un poco perché, da presidente onorario, rimase alla testa della società ancora per qualche tempo, affidando la gestione operativa alla figlia Maria Rosa, laureata in medicina con tre specializzazioni, mentre l'altra figlia Maria Pia ebbe una fugace esperienza da parlamentare dell’Ulivo prodiano. Infine la vendita. La politica è stata la sua passione, fin dalla guerra partigiana. Nella giovinezza si ritrovò in guerra, prima la Grecia, poi la Francia. Dopo l’8 settembre risalì tra i partigiani nelle Valli di Lanzo, dove combatté con il nome di battaglia “Lio”. Arrivata la Liberazione, riuscì a conquistare una laurea in filosofia con una tesi su Platone. Non aveva rinunciato a studiare. Proprio nel ‘46, l’esordio: rilevò un’azienda di dodici operai e cominciò a produrre tessuti industriali per nastri trasportatori, gomme e copertoni. Il passo dopo fu la Saia, un’altra azienda nel campo dei tessuti industriali. Molti anni dopo un vero e proprio gruppo industriale, la Saiag, cioè laminati d’alluminio di vario spessore, fino ai prodotti Domopak e Cuki. Un primato. Come si conquista un primato?, gi chiesero in un’intervista: «Lavorando molto. Dodici ore al giorno». Basta lavorare molto? «Forse ci vuole un po' di testa». E lui testa ne ebbe e pure molto dura, come dimostrò opponendosi, tra i pochi consiglieri di amministrazione, alla “scomparsa” della Crt, destinata a fondersi in Unicredit. In politica militò per oltre mezzo secolo nella Dc, diventando amico stretto di Oscar Luigi Scalfaro. Fu consigliere regionale dello scudocrociato dal 1975 al 1980. Ricoprì numerose cariche nelle associazioni datoriali – è stato vicepresidente dell’Unione industriale di Torino - nella Camera di Commercio, e nei consigli di amministrazione di molte banche.
Articolo completo
20 Aprile 2014, ore 8,08
PASQUA

“Cristiani, svegliatevi dal torpore”

L'arcivescovo di Torino Nosiglia sollecita la comunità dei credenti a "rompere gli schemi precostituiti da scelte economiche e sociali che privilegiano i pochi a scapito dei molti". E a lavorare per una città più giusta e solidale. Difendere la vita dall'edonismo

“Viviamo in un tempo di tiepidezza spirituale e civile, in cui il torpore e una rassegnazione investono anche tanti cristiani e stemperano gli slanci generosi di fede, e di solidarietà, all’interno di una quotidianità tesa solo a gestire al meglio la propria vita, senza entusiasmo e progettualità per il futuro, dove chi è povero lo diventa sempre di più e chi sta be... LEGGI TUTTO
19 Aprile 2014, ore 17,31
RETROSCENA

Centrosinistra alla disfida del listino

Tutti a tirare Chiamparino per la giacchetta. Nel Pd è caos totale: fassiniani contro garigliani, musi lunghi tra i vari rivoli renziani. Portas cambia la donna e fa pace con il candidato governatore. E Palenzona si lamenta del "caso Filippi"

Neppure la colomba pasquale riesce a portare un po’ di pace nel centrosinistra piemontese. Dietro le dichiarazioni di prammatica, infatti, tensioni e manovre più o meno sotterranee continuano a impedire a Sergio Chiamparino la composizione del famigerato listino, l’elenco dei dieci “paraculati” a cui viene assicurato lo scranno nel futuro Consiglio Region... LEGGI TUTTO
19 Aprile 2014, ore 15,40
GRANE PADANE

Lega Nord, la rivolta del Canavese

Dopo il caso Sacchetto mezzo Carroccio si ribella all’esclusione di Albano dalla lista delle Regionali. “Trucchi e giochetti indegni del nostro movimento”. Appello al leader Salvini: “Sana questa ingiustizia altrimenti ce ne andiamo”

Basta con giochetti e colpi di mano, non è questa la Lega Nord che vogliamo. Il Canavese, provincia “autonoma” nella galassia del Carroccio piemontese si ribella ai diktat del partito e contesta la formazione delle liste per le prossime regionali. In particolare a un’area vasta del movimento non è andata giù l’esclusione del loro esponent... LEGGI TUTTO
19 Aprile 2014, ore 8,45
POLITICA & GIUSTIZIA

Pulizie di Pasqua: fuori gli indagati

Pichetto sarebbe intenzionato a non ricandidare i consiglieri finiti in Rimborsopoli. Rischiano l’esclusione dalla lista Tentoni, Leardi, Formagnana e il capogruppo uscente Pedrale. “Nessun giudizio sull’operato solo ragioni di opportunità politica”

Garantisti, ma senza garanzia del posto in lista. Anzi, proprio esclusi dalla imminente competizione elettorale. Questa la sorte che toccherebbe a quei consiglieri uscenti di Forza Italia, finiti nelle maglie della giustizia per le “spese pazze” in Regione ma intenzionati a ripresentarsi. Il coordinatore del partito e candidato governatore Gilberto Piche... LEGGI TUTTO
19 Aprile 2014, ore 7,00
CASA PD

Chiamparino furioso: “Decido io”

Seccato dalle ingerenze dei partiti (in particolare del Pd), il candidato presidente fa saltare il banco e si prende ancora 48 ore per scegliere i nomi da inserire nel listino. Da Novara arriva il sostegno di Ballarè: "Sergio, fai di testa tua"

Sarà pure casa sua il Pd, come ha tenuto a precisare nelle ultime uscite, ma in attesa di farsi fare le chiavi, pardon la tessera, come promesso di fronte al segretario Matteo Renzi, Sergio Chiamparino ha già iniziato a dare i primi segnali di insofferenza. Parenti serpenti quelli della grande famiglia democratica, tra caporioni prep... LEGGI TUTTO
Delicious
I più letti del Buco della serratura
Scarso entusiasmo in Piemonte per la discesa in campo dell’ex ministro. Tra i big presenti al debutto del nuovo movimento solo il numero uno di Fide...Articolo completo
Dopo settimane di scontri interni alla coalizione questa mattina la clamorosa decisione: "Non ci presenteremo alle Regionali". Esponenti di Forza Ital...Articolo completo
Lavori di manutenzione in cambio di favori. Si allarga l'inchiesta della Procura sull'intreccio tra imprese e dirigenti dell'Agenzia della casa di Tor...Articolo completo
Dopo le prime indiscrezioni sul correntone degli staffisti, nuovi particolari sulla durissima querelle interna al Movimento piemontese. Vittorio Berto...Articolo completo
Scaduti i principali bandi per gli ambiti incarichi nel sottogoverno piemontese. Ma in giunta c'è chi giudica le designazioni una forzatura a due mes...Articolo completo
Un esposto alla Corte dei Conti chiede di fare luce sulla posizione di un manager, pensionato Sanpaolo, a cui da anni vengono rinnovati contratti senz...Articolo completo
Benvenuto, uno dei protagonisti dell’accordo che trent’anni fa fermò la scala mobile ripercorre le tappe di una stagione che segnò profondamente...Articolo completo
L’ennesimo progetto di “lean banking” annunciato dall’ad Messina ricalca i due precedenti, sempre affidati alla potente società di consulenza...Articolo completo
Lupi, Albertini, Podestà: sono tutti d'Oltreticino i candidati forti del partito alfaniano. Tra gli outsider persino un ligure. In lista non c'è Sca...Articolo completo
Ressa di società civile alla Cascina Marchesa per il fundraising dinner in onore del quasi-governatore. Mezza dirigenza comunale, frotte di avvocati...Articolo completo
Dicono che… almeno per lei l’annullamento del famigerato concorso per dirigenti del 2010 sia stato paradossalmente un colpo di fortuna...Articolo completo
Lo Spiffero s.r.l. - P.I. 10402470016 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando - Coordinamento redazionale: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com