Giovedì 18 Settembre 2014, ore 19,15
TRAVAGLI DEMOCRATICI

Veleni metropolitani, scontro nel Pd

Persino sull'ultimo nome da inserire nel listone per il nuovo ente si scatena la bagarre. Il segretario Morri mette un sindaco No Tav della Valsusa, neppure iscritto al partito. "Ha cambiato le carte in tavola", accusa la minoranza. "Scelta obbligata" si difende

Resta in subbuglio il Partito democratico torinese che solo oggi, dopo interminabili riunioni, disquisizioni e scontri al fulmicotone, forse, riuscirà a comporre la lista da presentare alle elezioni di secondo livello per la Città Metropolitana di Torino. Ieri la direzione si era chiusa con il via libera a 11 dei 12 nomi che spettavano ai democratici nella lista assieme a Moderati, Forza Italia e Nuovo Centrodestra, uno in più del previsto, dopo che Sel ha deciso definitivamente di restare fuori da queste larghissime intese. E figurarsi se su quell’ultima casella da riempire non esplodeva l’ennesima bagarre: rivendicazioni di correnti, ambizioni di territori finora penalizzate e soprattutto tante piccinerie personali hanno portato all’ennesimo cortocircuito. Secondo alcuni il l segretario Fabrizio Morri avrebbe comunicato che la dodicesima sarebbe stata la valsusina Anna Allasio, sindaca di Bussoleno, tra le poche amministratrici che non si oppongono in modo oltranzista alla Tav: la direzione era d’accordo ma lei all’ultimo ci avrebbe ripensato. Perché? C’è chi parla di pressioni, soprattutto da parte del Pd valsusino guidato dai No Tav Sandro Plano e Pacifico Banchieri, ma sono voci non confermate. Intanto Morri, che aveva ottenuto la delega dalla direzione a verificare la disponibilità e a chiudere la faccenda in giornata (il 22 la lista va consegnata) decide di virare su un altro primo cittadino della Valsusa: Mauro Carena, di Villardora, convinto No Tav, neppure iscritto al partito, il cui nome era già emerso dal tavolo dei sindaci valsusini riuniti a metà agosto. Così la Valsusa torna a spaccare il Pd. C’è chi accusa Morri di non aver mantenuto la parola data. Il presidente del partito Alessandro Altamura parla di «una scelta incomprensibile che lede il principio di democrazia interna oltre che di rispetto di accordi condivisi». E ancora: «A mia domanda esplicita, “non mettiamo Carena vero?” Morri ieri ha risposto di no», ma poi è andata diversamente. Secondo quanto risulta allo Spiffero la telefonata al segretario per perorare la causa del sindaco No Tav sarebbe arrivata addirittura da Roma e in particolare dal vice capogruppo democratico al Senato Stefano Lepri. Contattato telefonicamente dallo Spiffero Morri respinge le accuse: «Non sono venuto meno a nessun impegno o promessa. Ho ricevuto una delega per riempire una casella che fino all’ultimo speravo potesse essere riempita da Sel. Auspicavo fosse una donna e della Valsusa per evitare di lasciare la rappresentanza di quel territorio così complesso al solo centrodestra, ma dopo una serie di telefonate ho dovuto prendere atto che il partito di quella zona voleva Carena». Resta da capire perché allora la Valsusa ottiene ben tre rappresentanti in lista mentre il Pinerolese o la zona Ovest si siano dovuti accontentare di uno. Scelte che continuano a sollevare polemiche, tra chi minaccia di non raccogliere le firme e addirittura di non andare a votare.
Articolo completo
18 Settembre 2014, ore 15,48
EVENTO

Reunion liberale senza secondi Fini

Dibattiti e convegni nel segno di Luigi Einaudi. Una due giorni a Torino con l'ex presidente della Camera, Costa, Della Vedova, Boldrin. "Per rimettere insieme i pezzi e tornare a parlare di liberalismo". Appuntamento il 20 e 21 settembre

La stella polare è Alexis de Tocqueville in un firmamento in cui spiccano per luminosità e splendore Milton Friedman, Luigi Einaudi, Friedrich von Hayek, Richard Cobden. Ma per ora devono accontentarsi di Gianfranco Fini. All’orizzonte c’è Atlante in perenne rivolta, ma sotto i loro occhi assistono... LEGGI TUTTO
18 Settembre 2014, ore 9,00
LARGHE ATTESE

Guarda al Nazareno Forza Italia 2.0

Alla vigilia del pellegrinaggio alla Madonna Nera d’Oropa, per la due giorni “sui contenuti”, Pichetto riceve la benedizione dell’Unto del Signore. “A pranzo gli chiederò dell’incontro con Renzi”. E sulla strategia: “La nostra offerta sia propositiva, non solo contro”

“Un po’ di curiosità su cosa si siano detti lui e Renzi ce l’ho. Magari al momento del caffè chissà che non venga, almeno in parte, soddisfatta”. Se la due giorni di Forza Italia in programma ad Oropa per domani e sabato richiama al pellegrinaggio dei berluscones alla Madonna Nera, l’odierna  colazione di Gilber... LEGGI TUTTO
17 Settembre 2014, ore 23,58
TRAVAGLIO DEMOCRATICO

Pd vara la “città dei nominati”

Dopo ore e ore di discussione e due sedute la direzione dà il via libera a 11 dei 12 nomi per il nuovo ente metropolitano. Resta l'incognita Allasio di Bussoleno. Salta la sindaca di Moncalieri Meo, al suo posto Griffa da La Loggia. Accordo con Ncd e FI

La notte porta Consiglio, quello metropolitano. A 24 ore dai veleni di ieri, il Pd ha la squadra, seppur non definitiva da inserire nel listone costituzionale con Forza Italia e Ncd. Tornata a riunirsi la direzione provinciale ha dato il via libera solo a 11 dei 12 nomi che gli spettano nella spartizi... LEGGI TUTTO
17 Settembre 2014, ore 17,10
PAROLE & OPERE

Chiamparino sempre più su. Al 40° piano

Proseguono i lavori nel grattacielo della Regione. Trasloco previsto nell'estate 2015, ma il governatore ha già prenotato l'ufficio con vista mozzafiato. Il Consiglio resta a Palazzo Lascaris. E per pagare la nuova sede si vendono tre stabili

Non è ancora tempo di scatoloni, ma c’è aria di trasloco in Regione Piemonte. Proseguono, infatti, senza intoppi i lavori per la realizzazione del grattacielo da 42 piani (più cinque occupati da impianti e locali di servizio) e 210 metri di altezza, che ospiterà gli uffici dislocati oggi nei vari stabili regionali di Torino. Il tr... LEGGI TUTTO
17 Settembre 2014, ore 16,15
PALAZZO LASCARIS

Marrone vacilla, Ruffino forse la sfanga

Lunedì la Giunta delle elezioni della Regione si esprimerà sui casi di presunta ineleggibilità. Si fa grigia per l'unico eletto di Fratelli d'Italia, mentre dovrebbe scattare il semaforo verde per l'ex sindaca di Giaveno. Ultima parola all'aula

C’è uno scranno che scotta nel Consiglio regionale del Piemonte e da lunedì potrebbe diventare ancora più traballante di quanto già non lo sia. La Giunta delle elezioni, in programma il primo giorno della prossima settima, dovrebbe già emettere il verdetto su quelle posizioni rimaste finora in bilico per casi di presunta incandidabilità e ineleggi... LEGGI TUTTO
Delicious
I più letti del Buco della serratura
Paradossalmente l’abolizione del vitalizio fa lievitare la busta paga degli eletti a Palazzo Lascaris: 1.600 euro in più a testa. La denuncia del M...Articolo completo
In attesa della grande abbuffata delle nomine l’appetito viene stimolato dall’antipasto: una decina di partecipate di Finpiemonte devono rinnovare...Articolo completo
Grane per il patron della catena made in Turin. Primo sciopero a Firenze e dipendenti sul piede di guerra in mezza Italia. E spuntano accertamenti sui...Articolo completo
Azzerate le delibere della passata legislatura. Le parole d'ordine saranno programmazione e gestione centralizzata delle risorse. Meno poteri ad Asl e...Articolo completo
Approda questa mattina in Consiglio la riorganizzazione della burocrazia di piazza Castello. Le direzioni passano da 16 a 11. E nei corridoi del Palaz...Articolo completo
L'assessore alla Sanità annuncia in Commissione che in autunno predisporrà i bandi per cambiare i vertici delle aziende sanitarie. "Selezione su bas...Articolo completo
Lo storico torinese Papa manda in libreria un utile compendio sulla “peggior forma di governo eccezion fatta per tutte quelle finora sperimentate”...Articolo completo
Prestiti e depositi in calo, colpite soprattutto le piccole e medie imprese piemontesi. Particolari criticità nelle province di Novara e del Vco. 579...Articolo completo
Trovato un accordo sulla concessione dello Stadio al club di Cairo. Le attuali condizioni ("di favore") resteranno valide fino a Natale. Intanto inizi...Articolo completo
Il sindaco di Torino prenderà parte in veste di giurato alla nuova trasmissione di Canale 5. Un ritorno in quegli studi che già lo videro impacciato...Articolo completo
Dicono che… non sia davvero un buon periodo per Roberta Meo. Dopo aver incassato l’ostracismo di mezzo Pd alla sua candidatura nel Con...Articolo completo
Lo Spiffero s.r.l. - P.I. 10402470016 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando - Coordinamento redazionale: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com