Shopping blindato per la Fornero

Pubblicato Giovedì 22 Marzo 2012, ore 8,56

Per consentire alla sobria ministra di acquistare un paio di scarpe nuove si blocca un intero isolato della città. Con gran dispiego di forze dell’ordine e parata di auto blu

Le scarpe di lusso di un ministro costano quanto quelle di una docente dell’Università, ma l’acquisto di una paio di scarpe di un ministro raggiunge livelli proibitivi rispetto a quello della suddetta docente. Il ministro, in questo caso, è Elsa Fornero e le scarpe sono quelle di uno dei tanti marchi di prestigio della esclusiva boutique Sancrispino di via Carlo Alberto 41/G. Il tutto si svolge un sabato mattino nel tratto di via, oggi solo pedonale, compreso tra via Cavour e via Andrea Doria.

 

Oltre al noto ministro, una volta dalla lacrima facile, ora temprata dagli scontri col mastino-femmina della Cgil, sulla via, con due Thema blu blindate, compaiono sei uomini di scorta, in borghese, che sostanzialmente bloccano tutto il tratto di strada sul quale si apre l’atelier. Ma non basta, perché a presidio dell’area a rischio, ci sono anche due “gazzette” dei carabinieri: una a bloccare l’incrocio con via Cavour, una a presidiare la piazzetta al fondo di via dei Mille. Totale: dieci uomini. I testimoni dello spiegamento di forze per lo shopping del ministro riferiscono di una atmosfera tesa che si scioglie solo dopo che la ministra Fornero se ne va tra lo sgommare di quattro macchine, tutte per lei. Un bel successo di immagine per una oscura docente subalpina fino a ieri nota solo per essere la moglie di un fondista della Stampa.

Delicious
I più letti della Cantina
Al sindaco saltano nuovamente i nervi. Dopo il dito medio ai tifosi del Toro se la prende con i rappresentanti del Comitato acqua pubblica e del sinda...Articolo completo
Così funzionava a Borgaro, cittadina dell'hinterland di Torino. Un'ex funzionaria del Pd locale rivela di aver ricevuto dal primo cittadino i soldi p...Articolo completo
Finisce nei guai il segretario del Carroccio di Settimo Torinese. L'immobile di sua proprietà, sede locale del partito, era diventato un'alcova per i...Articolo completo
Studioso di fama internazionale e accademico di gran vaglia, da Rettore risollevò l’Università torinese dalle macerie sessantottine. La sua passio...Articolo completo
Approvato dalla Giunta il massiccio piano di dismissioni immobiliari da 120 milioni. Addio alla sede storica di piazza Castello (che diventerà un hot...Articolo completo
Bufera sul capogruppo M5s di Torrazza Piemonte, pizzicato a sottrarre materiale elettrico da un centro commerciale di Settimo. I vertici locali del Mo...Articolo completo
Altre notizie della Cantina
E' stata per oltre trent'anni una delle colonne portanti della cronaca della Stampa. Dal Sessantotto in poi ha raccontato fisime, velleità e travagli...Articolo completo
Il sindaco di Volpedo, piccolo centro dell'Alessandrino, che ha dato i natali all'autore della celebre icona del movimento socialista, ottiene quasi 1...Articolo completo
Per salvare poltrona e maggioranza la Forte è costretta a imbarcare una lista civica e a subire i suoi diktat. Da ora in poi il prodotto tipico dell...Articolo completo
Dopo i fatti di Torino Moggi rivela: “Le società sono circondate da persone alle quali spesso e volentieri non possono dire di no per certe cose”...Articolo completo
Nella copioso produzione editoriale, riproposta in occasione del 70° della Liberazione, colpisce l'assenza dei libri di due importanti autori, protag...Articolo completo
Ennesimo show dell’europarlamentare leghista che per protestare contro il governo improvvisa uno spogliarello. Il premier ha promesso che non avrebb...Articolo completo
Lo Spiffero s.r.l. - P.I. 10402470016 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando -  Coordinamento della redazione: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com