Shopping blindato per la Fornero

Pubblicato Giovedì 22 Marzo 2012, ore 8,56

Per consentire alla sobria ministra di acquistare un paio di scarpe nuove si blocca un intero isolato della città. Con gran dispiego di forze dell’ordine e parata di auto blu

Le scarpe di lusso di un ministro costano quanto quelle di una docente dell’Università, ma l’acquisto di una paio di scarpe di un ministro raggiunge livelli proibitivi rispetto a quello della suddetta docente. Il ministro, in questo caso, è Elsa Fornero e le scarpe sono quelle di uno dei tanti marchi di prestigio della esclusiva boutique Sancrispino di via Carlo Alberto 41/G. Il tutto si svolge un sabato mattino nel tratto di via, oggi solo pedonale, compreso tra via Cavour e via Andrea Doria.

 

Oltre al noto ministro, una volta dalla lacrima facile, ora temprata dagli scontri col mastino-femmina della Cgil, sulla via, con due Thema blu blindate, compaiono sei uomini di scorta, in borghese, che sostanzialmente bloccano tutto il tratto di strada sul quale si apre l’atelier. Ma non basta, perché a presidio dell’area a rischio, ci sono anche due “gazzette” dei carabinieri: una a bloccare l’incrocio con via Cavour, una a presidiare la piazzetta al fondo di via dei Mille. Totale: dieci uomini. I testimoni dello spiegamento di forze per lo shopping del ministro riferiscono di una atmosfera tesa che si scioglie solo dopo che la ministra Fornero se ne va tra lo sgommare di quattro macchine, tutte per lei. Un bel successo di immagine per una oscura docente subalpina fino a ieri nota solo per essere la moglie di un fondista della Stampa.

Delicious
I più letti della Cantina
Non un necrologio, una messa, un ricordo per i 14 anni dalla scomparsa del figlio dell'Avvocato. Se ne dimentica persino Lapo Elkann, troppo indaffara...Articolo completo
La forzista Ruffino beccata mentre sigla il foglio delle presenze pomeridiane del Consiglio regionale e poi fugge nella "sua" Giaveno. Un escamotage c...Articolo completo
Tante Holden (srl, centro studi, art & art) quante servono a incassare contributi pubblici. In questi anni tutte le istituzioni locali hanno elargito...Articolo completo
La tanto celebrata Scuola Holden, nota per le sue rette non proprio popolari, oltre alla sede in comodato gratuito gode di generosi contributi pubblic...Articolo completo
L'ex assessore regionale alla Cultura appende le scarpe al chiodo, abbandona la politica per una carriera da manager nel settore privato. Golden boy b...Articolo completo
Consiglieri comunali di Torino trattati come dipendenti: non possono posteggiare nel parcheggio interno dell'azienda se si presentano con vetture di c...Articolo completo
Altre notizie della Cantina
Piemontese e liberale tutto d'un pezzo, avvocato di grido e padre costituente, fu parlamentare per sei legislature e uomo di governo. Credente ed eina...Articolo completo
Tornano a sfilare le organizzazioni di estrema destra capeggiate da Forza Nuova. La cornice è la periferia sud di Torino. Gli slogan: "Non c'è più...Articolo completo
Un’inchiesta condotta dall’Ufficio scolastico smonta il caso che fece gridare allo scandalo. La professoressa di religione del Pininfarina non ha...Articolo completo
Si squarcia il velo di ipocrisia sulla Sacra Famiglia. Romiti ammette: "Nel Gruppo era in corso una lotta interna che suscitava l'attenzione della Pro...Articolo completo
Alla vigilia dell’anno dedicato alla vita consacrata, l’arcivescovo Nosiglia presenta in Comune la sua “ditta”. Oltre 5.200 “dipendenti” t...Articolo completo
A quarant’anni dalla morte è possibile tracciare il vero profilo di un intellettuale engagé, assurto a “maestro” della sinistra subalpina. Ex...Articolo completo
Lo Spiffero s.r.l. - P.I. 10402470016 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando - Coordinamento redazionale: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com