Nova Coop: utile netto a circa 11 mln, tre nuove aperture a Torino

Ricavi da vendite e prestazioni per oltre un miliardo e 45 milioni di euro e un utile netto di quasi 11 milioni di euro: sono questi i principali dati del bilancio di Nova Coop, comuncati oggi, in occasione dell'Assemblea Generale dei Delegati a Baveno (Verbania). Sul fronte degli investimenti urbanistici, proseguono i progetti per i quali sono stati già annunciati quasi 300 milioni di euro di investimenti. Tre le nuove aperture previste a Torino. A giorni partirà il cantiere di via Botticelli, che si concluderà entro il 2018 con un valore di oltre 50 milioni di euro. L'avvio dei lavori per Scalo Vallino, adiacente alla stazione di Porta Nuova, è previsto invece nei prossimi due anni: l'investimento è di quasi 37 milioni di euro. Nel 2019 partirà, poi, il cantiere di Tne a Mirafiori, oltre 100 milioni di euro e una superficie totale di 62mila metri quadrati, ai confini con Beinasco. Sempre a Torino, entro la fine del 2017, è previsto l'inizio del cantiere per il secondo "drive" di Nova Coop, dedicato al ritiro in macchina della spesa: sarà in una zona semicentrale e, a differenza di quello inaugurato nei mesi scorsi a Beinasco, non sarà agganciato a un ipermercato esistente, ma completamente autonomo, con un investimento di circa 4 milioni di euro. Tra le prossime aperture in provincia di Torino, dopo l'estate partiranno i lavori per un nuovo supermercato a Giaveno, nell'area dell'ex Cartiera Reguzzoni, per il quale l'investimento è di quasi 12 milioni di euro. Nell'arco dei prossimi tre anni inizierà, invece, il cantiere di un nuovo Iperstore a Ivrea, in corso Nigra, del valore di 14 milioni di euro. In Piemonte, nel 2019 partirà la già annunciata ristrutturazione del supermercato di Vercelli Largo Chatillon, con una superficie totale di 6000 mq e un investimento di oltre 20 milioni di euro, mentre ad Asti cominceranno, entro l'anno, i lavori per un supermercato nella zona dello stadio, del valore di oltre 8,5 milioni di euro. "In autunno, inoltre, presenteremo all'opinione pubblica la nostra campagna 'alleviamo la salute', che punta a ridurre nei processi di allevamento l'uso degli antibiotici, per arrivare, dove possibile, a eliminarli in tutte le filiere di carne a marchio Coop" ha annunciato il presidente di Nova Coop, Ernesto Dalle Rive. "Nel corso del 2016 - ha spiegato il presidente - abbiamo fortemente investito sul tema della convenienza, destinando a questa scelta una ingente quota di marginalità per consolidare la nostra presenza nel mercato e prepararci al meglio alla futura stagione di sviluppo, dove sperimenteremo il nuovo modello superstore: un luogo vicino, come il negozio all'angolo, che aggrega e offre tanti articoli e servizi affidabili e di qualità". Quanto al futuro Nova Coop punta "fortemente all'integrazione fra la rete fisica e la rete virtuale e inseriremo nei nostri negozi spazi dedicati all'acquisto on line, in particolare per le merceologie del non food, come gli elettrodomestici, per i quali l'assortimento nel punto vendita non sempre è in grado di coprire tutte le esigenze dei soci e dei clienti. Il lato umano per Nova Coop rimane centrale: nell'era dei rapporti virtuali, la nostra scelta di tornare al contatto diretto tra le persone è una controtendenza che farà tendenza" ha precisato il presidente.

print_icon