Rosso intervista Rosso. E al Corecom è sempre cabaret

Dicono che… persino Valerio Cattaneo abbia provato non poco imbarazzo nell’assistere, per di più da ospite d’onore in qualità di presidente di Palazzo Lascaris, alla scena decisamente stucchevole di Dario Rosso, azzimato  conduttore di talk show su varie emittenti locali, impegnato a intervistare il proprio figliolo, quel Roberto Rosso, vicepresidente del Corecom finito nel mirino delle opposizioni per lo spreco di 60mila euro spesi per celebrare con musica e cabaret la conclusione del suo mandato al vertice del Comitato di controllo sulle telecomunicazioni. Il quadretto famigliare, in cui babbo Rosso, orgoglioso e a tratti commosso, si complimenta con il suo rampollo per l’attività svolta, è andato in onda ieri sera su Rete 7 e, ovviamente, non un cenno è stato fatto alle critiche aspre sui compensi da nababbo di cui godono i commissari e sulla scarsa incisività dei loro provvedimenti. Peccato che a completare il focolare domestico non sia comparsa pure Maria Cristina Bonansea, eclettico figurino di giornalista-politico-operatrice socioassistenziale – legata sentimentalmente a Rosso antico. Appuntamento alla prossima puntata.

print_icon