VERSO IL VOTO

Con Salvini una Lega a Cinque stelle

Il leader del Carroccio annuncia la propria preferenza per i grillini in caso di ballottaggio con il Pd. "A Roma e Torino hanno le idee chiare". Un assist per la Appendino, ma che destabilizza ulteriormente il Centrodestra, ancora senza un candidato

“Tra Pd e Grillo scelgo Grillo”. Matteo Salvini lancia la Lega a Cinque Stelle e fa dichiarazione di voto per i pentastellati, in caso di ballottaggio alle prossime amministrative. Un assist a Chiara Appendino, la favorita per un eventuale secondo turno con Piero Fassino, mentre il centrodestra si rassegna a un ruolo sempre più residuale e ininfluente, quand’anche si arrivasse, per inerzia, alla definizione di un candidato. Il problema, per il numero uno di via Bellerio, “è Renzi” a capo di “un governo incapace e pericoloso”. Dichiarazioni rilasciate alla Zanzara su Radio 24 e che rimbalzano in rete e sui social. Parole che evidentemente sono destinate a destabilizzare ulteriormente uno schieramento già in frantumi che, a tre mesi dalle urne (se dovesse essere confermata la data del 5 giugno) si ritrova ancora senza un candidato ufficiale in tutte le principali città italiane con la sola esclusione di Milano, dove la coalizione ha deciso di convergere su Stefano Parisi. Pur senza citare la Appendino, Salvini parla di “due candidate dei Cinquestelle, a Roma e Torino” con “le idee chiare su quello che bisogna fare”. Loro forse sì. Nel centrodestra piuttosto pare che le idee siano poche e in compenso confuse.  

print_icon