CasaPound, manifesti contro Appendino

"Cercasi sindaco per Torino. Giunta Appendino: un anno di promesse non mantenute". E' lo slogan sui manifesti che CasaPound ha affisso la scorsa notte nel capoluogo piemontese. "Campi rom, violenze dei centri sociali, flop di San Giovanni, fatti di piazza San Carlo, verde pubblico in stato di abbandono, mancato sgombero dell'Ex Moi, queste sono solo alcuni dei disastri commessi in un anno dal sindaco Appendino - sottolineano in una nota Marco Racca coordinatore regionale di CasaPound Italia e Matteo Rossino, responsabile provinciale del movimento - la giunta Cinquestelle in un anno dal suo insediamento non è riuscita a mantenere nemmeno una delle sue innumerevoli promesse, anzi, è riuscita forse a fare peggio pure di Fassino". "Ciò che stupisce, poi - aggiungono Racca e Rossino - è che per ogni disastro che è capitato in città il sindaco Appendino abbia sempre provato a scaricare la colpa sugli altri. Governare significa assumersi responsabilità. Significa fare delle scelte. Appendino sembra invece voler provare a 'tirare a campare' per i prossimi 4 anni. Ecco perché abbiamo affisso questi manifesti ironici: a Torino serve un sindaco. Un sindaco vero e possibilmente di CasaPound Italia", concludono.

print_icon