LA CASTA

Taglio ai vitalizi, "marchetta politica"

Dura la reazione degli ex parlamentari all’abolizione delle pensioni presentato dal presidente della Camera Fico. Borgoglio: “Propaganda da dare in pasto all’opinione pubblica, precedente pericoloso per future sforbiciate”

“Una marchetta dei Cinquestelle per dare qualcosa in pasto al loro elettorato, oggi più che mai quando devono recuperare terreno nei confronti di Salvini”. Ma dietro l’abolizione dei vitalizi contro cui si è subito schierata l’associazione degli ex parlamentari, per Felice Borgoglio a lungo deputato del Psi e membro del direttivo dell’associazione stessa, dopo esserne stato presidente, “c’è di più. C’è un disegno per applicare la stessa regola legata ai contributi versati a tutte le pensioni”.

L’ex parlamentare della sinistra socialista, per quattro legislature alla Camera a cavallo degli anni Ottanta e Novanta è perfettamente in linea con il presidente dell’associazione Antonello Falomi che ha definito la delibera presentata oggi dal presidente della Camera Roberto Fico “una vendetta politica” e “un attacco frontale allo Stato di diritto” che ha come obiettivo finale quello di “mettere mano alle pensioni degli italiani”.  Falomi ha annunciato anche che “ci batteremo in tutte le sedi per impedire che questo obbrobrio costituzionale venga perpetrato”.

E che l’atto promesso dai Cinquestelle già in campagna elettorale sia “destinato a soccombere per la sua manifesta incostituzionalità” lo ribadisce Borgoglio spostando la questione “da un piano di propaganda con dietro il proposito di applicare lo stesso criterio alle pensioni dei cittadini a quello di una giusta chiamata alla solidarietà”. L’ex onorevole alessandrino ricorda di essere da sempre “favorevole a una quota percentuale di riduzione dei vitalizi per chi ha redditi superiori agli 80mila euro”.

Ex onorevoli e senatori sul piede di guerra, dunque, e che rispondono alla misura promessa dai grillini indicando la delibera come “scritta sotto dettatura del presidente dell’Inps Tito Boeri”, con l’obiettivo finale si estendere il criterio mettendo mano alle pensioni degli italiani”. Vero, non vero? Di certo c’è che se il M5s proprio sull’abolizione del vitalizi ha fatto breccia in gran parte degli italiani, la risposta degli ex parlamentari non è da meno.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento