ArcelorMittal: Rsu Novi Ligure, piano è da respingere al mittente 

"Non accettiamo alcun licenziamento, anche se a Novi paradossalmente fossero zero". Federico Porrata, rsu Fiom Cgil dello stabilimento ex Ilva di Novi Ligure (Alessandria), commenta così il piano Industriale presentato ieri sera da ArcelorMittal che prevede 3.300 esuberi già nel 2020. "Si parla di 500 pagine che, da leggere e capire nei dettagli, ma poiché prevede migliaia di esuberi è da respingere sin da ora al mittente - aggiunge -. L'unico punto su cui possiamo essere d'accordo con il ministro Patuanelli è che se ArcelorMittal se ne vuole andare, lo faccia. Ci riserviamo iniziative sul territorio e con gli altri siti. Non accettiamo forma e sostanza della vicenda". 

print_icon