Covid: shopping Natale, a Torino debuttano vigilantes

Debuttano i vigilantes anti assembramento a Torino. Dopo le polemiche per la folla del primo weekend di negozi aperti, la scorsa settimana, i grandi negozi del centro corrono ai ripari, su indicazione del Comitato provinciale per l'Ordine pubblico e la Sicurezza, affidando alla vigilanza privata il controllo del flusso dei clienti. È il caso, ad esempio, della Rinascente di via Lagrange. "Per evitare assembramenti oltre a far rispettare i nostri protocolli interni, che abbiamo adottato fin dal 18 maggio - spiega Adriano Bassi, direttore vendite Rinascente - abbiamo assunto dieci vigilantes, che lavorano su diversi turni". Il numero massimo di persone che può entrare nello store è di cinquecento. La coda, anche oggi lunga, è disciplinata dai Tendiflex. "Certo è un costo aggiuntivo, che però ci consente di avere un’operatività corretta", aggiunge Bassi. Quello che serve ora, evidenziano dalla Rinascente, è una maggior collaborazione con le istituzioni. È corretto che subito all'ingresso Rinascente faccia il suo. Ovviamente quando questa dov'essere arrivare fino all'altra parte della strada, sicuramente ci vorrà l'aiuto di qualcun altro, perché i vigilantes assunti da noi non basteranno", conclude Bassi.

print_icon