Martedì 04 Agosto 2015, ore 18,21
CORSI & RI(N)CORSI

Onori berlusconiani al kapò Schulz

Il presidente dell'europarlamento, in vacanza nelle Langhe, sarà cittadino onorario di Monforte e inaugurerà la Fiera del tartufo. Tutto merito dell'europarlamentare azzurro Cirio che pur di promuovere la sua terra sfida l'ira del Cavaliere

Chissà se Silvio Berlusconi quando - prima di dargli del Kapò - definì lui e alcuni europarlamentari della sinistra dei “turisti delle democrazia” avrebbe immaginato che proprio lui, Martin Schulz il turista lo avrebbe fatto in Italia, in Piemonte, e che sarebbe toccato a un deputato europeo fedelissimo al Cavaliere, Alberto Cirio, l’onore di invitarlo nelle Langhe per ricevere la cittadinanza onoraria di Monforte d’Alba? Quando si dice la coincidenza. O, piuttosto, l’acqua passata sotto i tanti ponti di Strasburgo. Erano i primi di luglio del 2003, un gruppo di europarlamentari socialisti avevano sferrato un duro attacco al conflitto di interessi e criticato aspramente gli attacchi di Berlusconi e del centrodestra alla magistratura. Schulz all’epoca guida la delegazione dell’Spd, i socialdemocratici tedeschi. Da loro parte l’accusa all’allora presidente del consiglio: sta su quella poltrona solo grazie alle lungaggini burocratiche della sua vicenda giudiziaria, dicono. Berlusconi è furente. Parte la frase che farà il giro del mondo: “Signor Schulz - dice rivolto a colui che anni dopo diventerà presidente del parlamento europeo - in Italia c'è un produttore che sta preparando un film sui campi di concentramento nazisti, la proporrò per il ruolo di kapò”. Nell’aula scende il gelo, poi è bagarre. Gianfranco Fini e Rocco Buttiglione si guardano, terrei. Schulz rimane imperturbabile. Poi replica: “Il mio rispetto per le vittime del fascismo mi impedisce di rispondere, ma è difficile accettare che un presidente del consiglio usi questi toni quando si trova al centro di un dibattito”. Berlusconi cerca di metterci una pezza, spiegando che tutto era detto con ironia, ma ormai la frittata è fatta e la notizia e i filmati fanno il giro del globo. Dodici anni dopo, quando il Cavaliere è ormai ex, mentre Schulz presiede l’assemblea europea ecco che è proprio da uno degli uomini (rimasti) più vicini a Silvio a stendere il tappeto rosso al protagonista di quell’indimenticabile, quanto triste, siparietto a Strasburgo. Come accade da un po’ di anni il politico tedesco passa una periodo di vacanza nelle Langhe, a Monforte. Come non lasciarsi sfuggire l’occasione, da parte di Cirio? L’iperattivo eurodeputato azzurro si era portato avanti con il lavoro già nello scorso autunno quando in occasione del viaggio di una delegazione di sindaci piemontesi a Bruxelles per frequentare un corso sui fondi europei organizzato dallo stesso Cirio, a Schulz era stato consegnato l’invito a ricevere la cittadinanza onoraria del “piccolo paese incastonato tra le colline Unesco”, come recita una nota diffusa oggi in cui si dà, finalmente, l’annuncio ufficiale: “Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, sarà in Piemonte nel prossimo autunno per ricevere la cittadinanza onoraria di Monforte d’Alba e partecipare all’inaugurazione dell’85ma Fiera internazionale del Tartufo bianco, in programma ad Alba dal 10 ottobre al 15 novembre”. Soddisfatto dell’operazione diplomatica e non meno dell’ennesima occasione di promozione per le sue Langhe, l’eurodeputato aggiunge: “L’invito si tradurrà in realtà il prossimo 10 ottobre, quando ai 2.084 abitanti di Monforte si aggiungerà un cittadino in più! - sottolinea con l’esclamativo il berluscones albese -. Stileremo insieme la lista degli ospiti per la cerimonia e mi ha già comunicato che ci tiene a invitare personalmente Giorgio Napolitano, a cui è legato da un rapporto personale di stima e amicizia. a cui è legato da un rapporto personale di stima e amicizia. Il giorno prima, invece, Schulz parteciperà all’inaugurazione della Fiera del Tartufo di Alba”. E Berlusconi? Niente trifola per l’ex Cavaliere.
Articolo completo
04 Agosto 2015, ore 15,40
TAGLIA & CUCI

Trasporti, Chiamparino fuori strada

L’associazione delle aziende del settore (Anav) stigmatizza i tagli al tpl e lamenta il mancato coinvolgimento al tavolo delle trattative. Rispetto al 2014 la sforbiciata è stata di 9 milioni, “incoerenti con le promesse elettorali”. Chiesto un incontro urgente

Confindustria contro Regione Piemonte. Sfreccia la polemica per i tagli al trasporto pubblico locale e soprattutto per il mancato coinvolgimento dei rappresentanti delle aziende del settore al tavolo di trattative, in cui sono stati convocati esclusivamente i sindacati. Le rimostranze dei “padroni” sono affidate a una missiva inviata al governatore Sergio Chiamparino e al suo assessore ai Trasporti Francesco Balocco, datata lo scorso 27 luglio.   LEGGI LA LETTERA   Due pagine per ripercorrere i passaggi che hanno portato alle scelte dolorose applicate al trasporto pubblico locale, prima attraverso lo spostamento di &ldquo... LEGGI TUTTO
scritto da Simonetta Chierici*

Movida, bravo ministro Alfano

Apprezzamento e stima rispetto alle dichiarazioni su un fenomeno che si declina in varie forme di degrado ed episodi fatali alla vita di un crescente numero spesso di giovani e giovanissimi. Ci auguriamo che i provvedimenti saranno applicati in tutta Italia

Il Coordinamento Nazionale No Degrado e Mala Movida prende atto delle importanti dichiarazioni del Ministro dell’Interno on. Angelino Alfano  e nel testimoniare il proprio apprezzamento per l’interesse e il forte senso di responsabilità dimostrato nei confronti della gravissima emergenza sociale ormai nota come “movida selvaggia” che devasta tutta l’Italia e che sta determinando la distruzione della vita di milioni di giovani e giovanissimi mandati al macello alcolico/drogato senza nessun controllo, auspica l’attuazione di un programma organico e strutturale di radicale revisione delle regole...Leggi tutto

scritto da Possibile Alessandria, Comitato Macchiarossa

Contiamoci, per tornare a contare!

Parte la raccolta firme per indire il referendum su 8 quesiti: Italicum, Sblocca Italia, Legge Obiettivo sulle Grandi Opere, Jobs Act e la riforma "Buona Scuola". Una sfida per restituire ai cittadini la sovranità smarrita in un Parlamento sotto scacco

Lo scorso 16 luglio, presso la Corte di Cassazione, sono stati depositati ben 8 quesiti referendari riguardanti la legge elettorale (l’Italicum), il blocco delle trivellazioni in mare del decreto Sblocca Italia, la cancellazione della Legge Obiettivo (ovvero l’impianto di norme su sui si regge la formula delle Grandi Opere, fra le quali il Terzo Valico), la riforma del lavoro (il Jobs Act) e il potere di chiamata diretta del preside-manager contenuto nella riforma “Buona Scuola”. Si tratta, come evidente, di questioni cruciali, di aspetti fondamentali che investono diritti e principi della nostra Costituzione. Ulter...Leggi tutto

Delicious
Alle prossime elezioni comunali di Torino e Novara il centrodestra ha qualche chance di battere il centrosinistra?
Visualizza i risultati
L’avvocato del Carroccio
Dicono che… alla Procura di Torino i pm dell’inchiesta aperta a seguito del blitz leghista del "tappeto musulmano" in Comune siano rimasti piuttosto confusi dallle strategie di difesa dei due indagati, i consiglieri Fabrizio Ricca e Roberto Carbonero. In un primo tempo, infatti, il capogruppo del Carroccio in Sala Rossa aveva indicato l’avvocato Simone Giacosa, dello studio Zaccone, prima che il partito gli imponesse il suo penalista di fiducia, Mauro Anetrini, lo stesso che difende o ha difeso alcuni ex assessori leghisti – tra cui Massimo Giordano, Elena Maccanti e Giovanna Quaglia - nell’inchiesta sulle spese pazze.
 
A conti fattiA conti fatti
I risanatori delle finanze pubbliche
Annunciati dal decreto-legge 66/2014 (L. 89/2014, art. 9), ora si sa quanti e chi sono. Parliamo dei soggetti aggregatori, cioè dei centri attraverso i quali le amministrazioni pubbliche (escluse - per ora (?) - scuole e università e con qualche variabile per i comuni) dovranno effettuare i loro acquisti di beni e servizi. L’Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.AC.), con delibera n 58 del 22 luglio, ha infatti iscritto, nell’apposito elenco, 34 soggetti aggrega... Articolo completo
 
Cose (E)inauditeCose (E)inaudite
Teppisti, ma tanto chic
Se qualcuno vi chiede com’è la politica a Torino o in Piemonte, raccontategli di Terra del Fuoco: sarà tutto chiaro. Terra del Fuoco è un’associazione, fondata nel 2001 dall’attuale capogruppo di Sel al Comune di Torino Michele Curto, vicina alla galassia di Libera, la “holding” di don Ciotti che predica la legalità un giorno sì e l’altro pure. Insieme, Terra del Fuoco e Libera hanno co... Articolo completo
 
Cronache marxianeCronache marxiane
Ostalgia canaglia
La politica internazionale offre quotidianamente una lettura molto complicata di se stessa. Descrivere, e soprattutto, comprendere quanto avviene sul grande scacchiere mondiale è sempre più impresa ardua, specialmente all’indomani del finire della Guerra fredda. Il mondo dei due blocchi contrapposti era decisamente più semplice da decriptare: da una parte gli Usa, ed i suoi alleati, dall'altra l’Urss con la sua sfera di influenza ed, in mezzo, i cosiddetti Pa... Articolo completo
 
Tipi da OscarTipi da Oscar
Il prof che fa la spesa per i poveri
"Non importa da dove vieni, ma il pezzo di strada che facciamo insieme". Per Bruno Ferragatta, 55 anni, torinese e professore di religione, è diventato un motto. E di strada, il suo social market, ne sta facendo tanta: da Torino fino alla Calabria, passando per la provincia di Cuneo, Milano e molte altre città italiane. Ma cos’è un social market? «È un emporio solidale dove le famiglie in difficoltà possono acquistare generi di prima neces... Articolo completo
Tra il 1789 e il 1815 s'affolla un'umanità eterogenea di impostori ed eroi. In Piemonte un manipolo di giacobini cerca di convincere Bonaparte ad abban...Articolo completo
Il novarese Crippa si sfoga su facebook per essere stato costretto a rinunciare alla manifestazione sportiva d...Articolo completo
Se a Roma sarà un Vietnam per governo e maggioranza, a Torino c'è chi si appresta a chiedere l'estromissione...Articolo completo
Confermata la crescita dei consumi registrata nel 2013. Sale il settore alimentare (+3,3%), ma anche i beni no...Articolo completo
Nubi sul futuro della galassia di società che ruota attorno al consorzio di garanzia per le Pmi. Mentre ad Am...Articolo completo
Con la morte di Conso se ne va un altro pezzo importante della Torino civile, quella a cui si deve guardare pe...Articolo completo
Sempre più critica la situazione dell'azienda trasporti di Alessandria. Il Comune sgancia 600mila euro per ev...Articolo completo
Da mare "nostrum" a buen retiro. Soldati scelse Tellaro, Carlo Levi amò Alassio, il pittore Paulucci tenne se...Articolo completo
Nuovo cambio di casacca per il funambolico parlamentare braidese ex Lega. Dopo aver annunciato l’adesione al...Articolo completo
ADV SERVICE S.r.l - P.I 13249921001 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando -  Coordinamento della redazione: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com