Sabato 18 Aprile 2015, ore 20,35
OPPOSIZIONE

Meloni contro “Chiampa mani di forbice”

La leader di Fratelli d'Italia a Torino lancia la campagna #cambiaverso per contrastare la giunta regionale "che taglia nei settori più delicati". Ma è un partito ancora lacerato tra la componente "governativa" di Ghiglia e i "barricaderi" di Marrone

Un’opposizione fuori e dentro il Palazzo, a cominciare da Palazzo Lascaris, sede del parlamento piemontese, dove Fratelli d’Italia intende contrastare “Chiampa mani di forbice”, il governatore Sergio Chiamparino, “che taglia nei settori più delicati”. È il proclama pronunciato oggi a Torino da Giorgia Meloni, leader di un partito che in Piemonte è lacerato da una guerra fratricida tra la “storica” componente ex missina, rappresentata da Agostino Ghiglia, e l’arrembante barricadero Maurizio Marrone, consigliere regionale a dispetto dei desiderata del vecchio gruppo dirigente. Un partito nel quale perdura un clima da “pace armata”, guidato a livello regionale da un commissario, il biellese Andrea Delmastro Delle Vedove, dopo l’abbandono di Guido Crosetto, passato a miglior vita (nel senso che ha mollato i cofondatori per diventare manager di Finmeccanica, assumendo la presidenza dell’Aiad, l’influente agenzia che raggruppa le aziende legate all’aerospazio). Tutti i duellanti erano comunque seduti al tavolo dal quale l’ex ministro ha lanciato la campagna #cambiaverso, compreso l’ex assessore regionale Roberto Ravello che, stante ai si dice, avrebbe superato il veto posto dallo stesso Marrone. La Meloni in versione ecumenica si è ben guardata dal prende posizione in favore di una delle due fazioni. «Nei prossimi giorni nel Consiglio regionale del Piemonte partirà la maratona per l’approvazione del bilancio, faremo ostruzionismo dentro e fuori dal Palazzo contro Chiamparino “mani di forbice”», ha spiegato la leader di FdI. «Ma non siamo solo opposizione, Fratelli d’Italia ambisce a governare, per questo in tutti i capoluoghi di provincia del Piemonte presenteremo 6 mozioni, 6 passi per cambiare le nostre città perché non vogliamo morire renziani, chiampariniani o fassiniani. Il nostro obiettivo è dare un’alternativa per gli italiani, ricostruire il centrodestra dai programmi”. Le 6 mozioni hanno per tema il patrimonio di edilizia popolare, il quoziente familiare nel calcolo dell’Isee, la riduzione dell’Imu, le multiutility, i criteri per l’assegnazione delle case popolari, la Tasi.
Articolo completo
18 Aprile 2015, ore 17,38
TRAVAGLI DEMOCRATICI

Fuori dal Pd, “colpa di Ballarè”

Due consiglieri comunali di Novara lasciano il gruppo democratico, un altro resta “con spirito critico”: Sotto accusa la gestione autocratica del sindaco che replica duro: “Ricattini da vecchia politica, nulla a che fare con scelte amministrative”

Si spacca la maggioranza Pd che governa Novara da quattro anni: due consiglieri comunali (Biagio Diana e Roberto D’Intino) hanno deciso di lasciare il gruppo dem e di passare nel gruppo misto, un terzo (Carlo Pisano) resta nel gruppo di maggioranza “ma con spirito critico” spiega. “Da tempo – affermano Diana e D’Intino – manifestiamo il nostro disagio nei confronti di un sindaco, Andrea Ballarè, che non coinvolge i consiglieri di maggioranza nelle scelte amministrative, che opera con scarsa trasparenza” e annunciano che d’ora in poi voteranno solo i provvedimenti che li convincono.   &l... LEGGI TUTTO
scritto da Guglielmo Del Pero, SiAmo Torino

Taxi e politici contro Sindone e libertà?

Fassino si è piegato all’arroganza di questa corporazione. SiAmoTorino sta dalla parte di Uber e di tutte quelle iniziative volte a liberalizzare un mercato strozzato dalle lobby, contro le rendite di posizione di pochi privilegiati

Ennesima manifestazione contro Uber dei tassisti torinesi che minacciano di “bloccare l’Ostensione della Sindone” se non dovessero essere accolte le richieste di messa al bando e la chiusura di Uber. Una pretesa che viene da parte di una categoria che gode di privilegi esclusivi – e corporativi – e che impone tariffe superiori a fronte di un servizio non allo stesso livello di quello invece offerto dal possibile concorrente (Uber appunto). Pretese urlate e minacce paventate che, con “grande sorpresa”, sono state sostenute – e non ne comprendiamo la logica –dal finto-liberale centrodestr...Leggi tutto

scritto da On. Giorgio Merlo

Troppi pappagalli nel bestiario politico

Non è più rinviabile la “questione” della formazione e della selezione della classe politica. Tanto a livello nazionale quanto a livello locale. Per superare il deficit di autorevolezza, di credibilità e di qualità rispetto a quella della vituperata prima repubblica

Ad ogni dibattito politico a cui si partecipa fa capolino, ormai quasi sempre, una considerazione di fondo: e cioè la classe dirigente del passato - intesa come quella della prima repubblica - era di maggior spessore e di maggior “qualita” rispetto a quella contemporanea. A prescindere dalla conclusione, forse un po’ ingloriosa della prima repubblica travolta da tangentopoli e del finanziamento illegale alla politica e ai partiti. Ma, ed è la riflessione che emerge ormai in modo sempre più diffuso, al di là della corruzione e del malaffare - presenti, purtroppo, oggi come ieri, se non di p...Leggi tutto

Delicious
Il governo vuole ridurre il numero delle Asl. Qual è la tua opinione?
Visualizza i risultati
Curto okkupato
Dicono che… per distrarre l’attenzione dalla vicenda sulla gestione del campo rom di Lungo Stura, il consigliere di Sel Michele Curto abbia “addestrato” un gruppo di giovani di Terra del Fuoco per l’occupazione della caserma di Via Asti. I maligni riferisco che le chiavi, in realtà, Curto le avesse ricevute dallo stesso Comune nella mattina di ieri e che l’iniziativa ricordi la presa (quella volta legale) dell’ex Siva (la fabbrica dove aveva lavorato Primo Levi),per la cui rimessa a nuovo Terra del fuoco aveva vinto un ghiotto bando pubblico. La fabbrica pare ancora dismessa, ma i soldi sono finiti. Chissà dove..
 
Cose (E)inauditeCose (E)inaudite
Divieto di solidarietà
La storia della piccola Na’ama e di suo fratello Navad ci ha commossi tutti. A Toronto, la bimba, che ora ha cinque anni, l’anno scorso scoprì che il fratello, di due anni più grande di lei, aveva una malattia rara, per trovare una cura alla quale serve molta ricerca, che ovviamente costa. Ebbene, Na’ama non ci ha pensato un minuto, ha messo su un banchetto sulla strada davanti a casa sua, e si è messa a vendere limonata, e d&r... Articolo completo
 
A conti fattiA conti fatti
Conti (pubblici) che non tornano
In questi giorni, soltanto il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi e il Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan sembrano avere la certezza che i conti pubblici quadrino. Sul filo di lana per presentarli a Bruxelles compendiati nel Documento di economia e finanza (Def), sede suprema della programmazione economica del Governo, trovano addirittura un “tesoretto” di 1,6 miliardi (sul quale però l’Europa ha già avanzato riserve). To... Articolo completo
 
Cronache marxianeCronache marxiane
Trasferiamo pure Fassino
Ancora una volta è doveroso affrontare temi di carattere urbanistico. Porre la lente di ingrandimento sui piani regolatori, con le loro infinite varianti, non risolve di certo le difficoltà economiche che molte persone (troppe) affrontano coraggiosamente ogni giorno; così come questo non consente un sostegno alla moltitudine di lavoratori messi in mobilità o licenziati dai datori aziendali. Nell’immediato, quindi, posare l’accento sulle scelte di... Articolo completo
 
Tipi da OscarTipi da Oscar
In un blog la verità sull’amore
Ad appena una settimana dall’uscita, le librerie di Torino hanno già esaurito tutte le copie del suo primo romanzo. Il titolo promette La verità, vi spiego, sull’amore così come il suo blog (https://tiasmo.wordpress.com/), che vanta numeri da capogiro: post con 100mila visualizzazioni, 15mila condivisioni sui social, centinaia di commenti. Enrica Tesio, torinese, 36 anni, nella vita fa la copy in un’agenzia pubblicitaria. Ma anche la mamma, a temp... Articolo completo
Partire dalle città per creare uno sviluppo durevole, cioè che non si limiti a riprendere fili della crescita perduta, ma che rilanci pensando alle ge...Articolo completo
La Lega diserta la kermesse di Olivetti alla Gam. Altolà di Salvini, in attesa di chiarire il quadro nazional...Articolo completo
A Torino per un incontro di Rifare l'Italia, il ministro della Giustizia Orlando rivendica il ruolo della poli...Articolo completo
La nuova politica retributiva di Fca è stata illustrata ai sindacati dall'amministratore delegato. Bonus in b...Articolo completo
Sale a 2,3 miliardi nel 2014, con un aumento pari al 43%, l'ammontare dell'imponibile sottratto allo Stato sco...Articolo completo
Fiumi di denaro pubblico per smantellare i campi abusivi di Torino e dare un tetto ai nomadi. I risultati, per...Articolo completo
Inchiesta del pm Guariniello e controlli dell'Asl a Palazzo Nuovo, sede delle facoltà umanistiche. Da domani...Articolo completo
Dura lettera di commiato del consigliere di Collegno Monacchia. E' il secondo che si dimette dall'incarico in...Articolo completo
Non sarà una riforma del governo o una nuova iniezione di liquidità a risanare la situazione. Occorre cambia...Articolo completo
Lo Spiffero s.r.l. - P.I. 10402470016 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando -  Coordinamento della redazione: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com