Venerdì 18 Aprile 2014, ore 16,45
EUROPEE 2014

Ncd in Europa ci manda i lombardi

Lupi, Albertini, Podestà: sono tutti d'Oltreticino i candidati forti del partito alfaniano. Tra gli outsider persino un ligure. In lista non c'è Scanderebech. La presenza del ciellino Magliano fa infuriare Bonsignore che però ha rinunciato a correre

Batte bandiera lombarda la galea alfaniana all’arrembaggio in Europa. La lista dei candidati Ncd per la circoscrizione Nord Ovest è infatti egemonizzata dal partito d’Oltreticino, a partire dal tris di testa: il ministro MaurizioLupi, il presidente della Provincia di Milano Guido Podestà e l’ex sindaco della Madunina Gabriele Albertini; alle spalle, il trentenne consigliere comunale di Milano Matteo Forte e un altro presidente di provincia, il cremonese Massimiliano Salini. Non compare Vito Bonsignore, europarlamentare uscente, vicepresidente uscente del gruppo Ppe e “regista” dell’accordo con l’Udc di Lorenzo Cesa, che ha rinunciato a correre annunciando la volontà di dedicarsi all’organizzazione del partito, e neppure il nome di Deodato Scanderebech è nell’elenco, nonostante il pirotecnico avventuriero della politica subalpina (recordman dei transfughi) abbia mosso mare e monti nelle scorse settimane per ottenere un posto in lizza. La rappresentanza piemontese, a parte qualche presenza di mera testimonianza i cuneesi Umberto Fino e Carlo Lingua, il novarese Marco Gemelli), è assegnata a Silvio Magliano, vicepresidente del Consiglio comunale di Torino. Una presenza, quella del giovane ciellino, inserito alla tredicesima posizione, che pare abbia scatenato le ire di Bonsignore che guarda con preoccupazione l’egemonia de facto nel partito, almeno al Nord, degli eredi di don Giussani. Anche se l’elezione di Magliano è assai improbabile – tra gli outsider, ad esempio è quotatissimo Paolo Strescino, ex sindaco di Imperia, fresco di rinvio a giudizio con l’accusa di omissione di atti d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sul sistema fognario – al vecchio notabile andreottiano è venuto il sangue agli occhi e non ha mancato di evidenziare il suo disappunto ai vertici del partito, da Angelino Alfano in giù, scaricando sul viceministro e coordinatore piemontese Enrico Costa la sua rabbia.
Articolo completo
18 Aprile 2014, ore 9,00
UN POSTO A TAVOLA

Con Chiamparino la grande abbuffata

Ressa di società civile alla Cascina Marchesa per il fundraising dinner in onore del quasi-governatore. Mezza dirigenza comunale, frotte di avvocati e notai, manager pubblici e boiardi di stato: la vipperia che s’offre, la famosa classe “digerente”

Eran trecento, più o meno giovani e forti ma di cambiar aria non hanno la benché minima intenzione. Anzi, la vipperia nostrana che ieri sera si è scapicollata alla Cascina Marchesa per intervenire all’evento più cool della campagna elettorale di Sergio Chiamparino vuole assicurarsi un altro lustro di gogamigoga, se non più ricco almeno pari al decennio olimpico. Fundraising dinner che volgarmente significa un bacchetto per raccattare un po’ di soldi per manifesti e santini. Frotte di avvocati e notai, manager pubblici, consulenti a parcella, caterve di nominati in enti: è la famelica società civile ... LEGGI TUTTO
scritto da Ezio Locatelli, segr. prov. Prc Torino

Sinistra, in Europa e per il Piemonte

Chi ritiene che a livello europeo bisogna contrastare le politiche di austerità, il fiscal compact, le privatizzazioni pensa che si debba trovare corrispondenza anche a livello regionale. Per chi ha firmato la lista Tsipras l’alternativa al centrodestra non è Chiamparino

C’è un dato significativo, per molti versi inaspettato, che conferma l’assoluta contiguità politica tra la lista L’Altra Europa con Tsipras con la scelta di presentare a livello regionale la lista l’Altro Piemonte a Sinistra. Praticamente tutti quelli che hanno firmato per la lista Tsipras hanno sottoscritto, con altrettanta convinzione, la lista l’Altro Piemonte a Sinistra nel momento in cui sono stati chiamati a farlo in occasione dei banchetti di raccolta firme per la lista regionale. Chi pensa che a livello europeo bisogna schierarsi contro le politiche di austerità, il fiscal comp...Leggi tutto

scritto da Vincenzo Mannello

Non votare per dire no alla Ue

L'Europa Unita non esiste, non potrà mai esistere se prima non cadrà l'Ueismo al potere grazie a Wall Street. E allora, l'unico modo per manifestare il dissenso verso le politiche continentali è stare a casa il giorno delle elezioni

Oggi tutti impegnati nel presentare le liste alle europee del 25 maggio. Da Renzi a Berlusconi, via Grillo, Salvini, Meloni e Vendola è un tripudio di grandi promesse, impegni categorici, richiami morali e pure anatemi fideistici per ottenere un solo scopo : andare a votare. Legittimando così il prossimo parlamento UEista di Bruxelles e perpetuando l'infausto UEismo,il regime euro-burocratico-capitalista che opprime l'Europa. Nel 2009 non si recò a votare il 60% degli elettori chiamati alle urne nelle varie entità nazionali e,da perfetti democratici quali si vantano essere, i parlamentari espressione...Leggi tutto

Delicious
Nella sanità piemontese occorre aprire maggiormente agli investimenti privati?
Visualizza i risultati
Da Palazzo Civico a Palazzo Marino
Dicono che… almeno per lei l’annullamento del famigerato concorso per dirigenti del 2010 sia stato paradossalmente un colpo di fortuna. Raffaella Scalisi, ex dirigente del Comune di Torino, ha recentemente trovato un approdo oltre Ticino. Secondo indiscrezioni, infatti, avrebbe vinto un analogo concorso bandito dall'amministrazione milanese, dove si occuperà di Relazioni Internazionali: una bella vetrina, soprattutto in vista di Expo 2015. Quando si dice, chiusa una porta...
 
Cose (E)inauditeCose (E)inaudite
Vorrei curarti tra cent’anni
Come sarà il mondo 50, 100 anni da oggi? L’incertezza non è forse mai stata così grande nella storia come nel momento presente: la manipolazione del denaro da parte dei governi e la loro costante interferenza negli scambi economici creano bolle gigantesche, sempre pronte a scoppiare, anche se è quasi impossibile prevedere con precisione quando ciò accadrà. È dunque davvero difficile fare previsioni che... Articolo completo
 
A conti fattiA conti fatti
Domande a Chiamparino
In un’intervista rilasciata il 12 aprile, il candidato alla presidenza della Regione Piemonte per il Partito Democratico Sergio Chiamparino entra in una velata (ma neanche troppo) polemica con Gustavo Zagrebelsky e Stefano Rodotà per il loro appello contro le proposte di riforme istituzionali formulate dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Chiamparino si chiede se non siano piuttosto le manifestazioni di squadrismo e le intimidazioni personali come metodi di lotta politica &nda... Articolo completo
 
Cronache marxianeCronache marxiane
Hotel Gramsci
L’hotel di lusso a cinque piani sorgerà nel centro di Torino, in Piazza Carlo Emanuele: si chiamerà Hotel Gramsci. Sorgerà sulle ceneri della casa in cui Antonio Gramsci abitò dal 1919 al 1921, fondando “L’Ordine Nuovo” e gettando le basi del futuro Pci. Non conosco, personalmente, miglior modo di descrivere la storia della sinistra italiana: il passaggio dalla nobile figura di Antonio Gramsci all’hotel di lusso a lui dedicato, con il pie... Articolo completo
 
Tipi da OscarTipi da Oscar
Il sarto dei presidenti
Ago, filo, metro al collo, alle spalle un calendario con le immagini del suo paese. Michele Mescia disegna, taglia, cuce, crea sogni comodi e lo fa nel cuore di Torino, nella sua bottega di alta sartoria in via Bertola, tra Piazza Castello e Piazza San Carlo. Ora la sua è diventata un libro – “U cusetore”, come si chiama il sarto nella sua lingua natia - scritto a quattro mani con il giornalista Emanuele Franzoso, presentato nell’aulica cornice della Sala... Articolo completo
Benvenuto, uno dei protagonisti dell’accordo che trent’anni fa fermò la scala mobile ripercorre le tappe di una stagione che segnò profondamente n...Articolo completo
Il segretario Pd non riesce a imporre in lista il presidente della Provincia di Alessandria che, infuriato, gl...Articolo completo
L'assessore regionale strappa all'ultimo la candidatura. Decisivo Bondi che ha minacciato le dimissioni per co...Articolo completo
L’ennesimo progetto di “lean banking” annunciato dall’ad Messina ricalca i due precedenti, sempre affi...Articolo completo
I soci del Lingotto oggi approvano i conti del 2013 e in estate ratificheranno la fusione con Chrysler e il ca...Articolo completo
L’assessore dopo la conferma della sua esclusione dalle liste leghiste sbatte la porta e si candida con gli...Articolo completo
Il candidato governatore del centrosinistra risponde allo Spiffero ma sfugge alle puntuali sollecitazioni di M...Articolo completo
A quattro mesi dalla mobilitazione del 9 dicembre i leader del movimento si danno appuntamento per la festa de...Articolo completo
È scaricabile dai siti antagonisti un testo che insegna come muoversi per compiere azioni di guerriglia in mo...Articolo completo
Lo Spiffero s.r.l. - P.I. 10402470016 - Reg. Trib. di Torino n°25/2011 - Direttore responsabile: Bruno Babando - Coordinamento redazionale: Oscar Serra - © Riproduzione riservata salvo consenso della direzione - Contatti e comunicati: redazione@lospiffero.com - Pubblicità: commerciale@lospiffero.com