POLITICA & GIUSTIZIA

“La magistratura è una schifezza”.
Salvini nel mirino della Procura

Il procuratore capo di Torino Spataro annuncia accertamenti sulle parole contro i giudici pronunciate dal leader leghista al congresso del Carroccio piemontese. E per Mario Borghezio il Consiglio di Stato è "di merda". Rischia una multa fino a 5mila euro

Il Procuratore della Repubblica di Torino, Armando Spataro, ha avviato degli accertamenti sulle espressioni contro la magistratura pronunciate dal segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini in occasione del congresso piemontese del Carroccio. Il magistrato, che ha affidato l’incarico alla Digos di Milano, vuole verificare la sussistenza del reato di vilipendio dell’ordine giudiziario. “Se so che qualcuno, nella Lega, sbaglia sono il primo a prenderlo a calci nel culo e a sbatterlo fuori - aveva detto ieri Salvini al Palasport di Collegno -. Ma Rixi è un fratello e lo difenderò fino all'ultimo da quella schifezza che è la magistratura italiana. Si preoccupi piuttosto della mafia e della camorra, che sono arrivate fino al Nord”. A scatenare l’ira del leader leghista è stato il rinvio a giudizio di Edoardo Rixi, assessore e numero due di via Bellerio, nella Rimborsopoli ligure. Il reato per il quale la Procura di Torino ha chiesto alla Digos di Milano, dove ha sede la Lega Nord, è previsto dall’articolo 290 del codice penale. Il reato è punito con una multa che varia tra i mille e i 5mila euro.

“Come ovvio, e per fortuna, ci sono tanti giudici che fanno benissimo il loro lavoro: penso a chi è in prima linea contro mafia, camorra e 'ndrangheta – dichiara Salvini appena appresa la notizia dell’iniziativa di Spataro -. Purtroppo è anche vero che ci sono giudici che lavorano molto di meno, che fanno politica, che indagano a senso unico e che rilasciano in 24 ore pericolosi delinquenti. Finché la magistratura italiana non farà pulizia e chiarezza al suo interno, l’Italia non sarà mai un paese normale”.ù

Un attacco, quello ai giudici, iniziato già nell'intervento dell'europarlamentare Mario Borghezio, che dal palco ha infierito contro il Consiglio di Stato "di merda", reo di aver respinto il ricorso della Lega Nord contro il pronunciamento del Tar nell'inchiesta sulle firme false. Parole che fanno il paio con quelle dell’ex governatore Roberto Cota che nel commentare la sentenza dei giudici di Palazzo Spada non si è lasciato sfuggire la “straordinaria sincronizzazione con il gup nel processo penale”. Lo stesso Riccardo Molinari, eletto segretario "nazionale", ha affermato: “Il Consiglio di Stato non ci impedirà di costruire una Lega forte, che manderà a casa Chiamparino in modo democratico”. Secondo quanto è trapelato, gli inquirenti avrebbero attivato le procedure per l'inscrizione formale di Salvini nel registro degli indagati. Per procedere, tuttavia, sarà necessaria l'autorizzazione del ministero della Giustizia. Lui per tutta risposta twitta: “Vabbè, se serve a svegliare qualcuno indagatemi”.

print_icon

8 Commenti

  1. avatar-4
    10:17 Mercoledì 17 Febbraio 2016 Bandito Libero su una cosa hai ragione: sono rassegnato. All' INGIUSTIZIA!!!

    Vedi, 'cara' ordalia2013 (mai nickname scelto fu meno appropriato, vista la tua difesa ad oltranza del Sistema Torino e del consociativismo puro pro PD), tu poni i giudici come super-uomini che hanno sempre ragione, e fanno sempre tutto per la 'legge' e la 'giustizia', e soprattutto fanno sempre benissimo. Non sbagliano mai. Ma non è così. Innanzitutto sono uomini, e come tali sbagliano, e pure spesso e volentieri. Si spera sempre in buona fede, ma dal tono e dalla tempistica di certe sentenze, ne dubito fortemente! Ne dubito solo io? Non è così, lo pensa la maggioranza della popolazione italiana: guardati i sondaggi in merito e verifica quant'è bassa la fiducia nella magistratura italica. Sai perché? Perché tutti ci si sono imbattuti, in civile, penale, tributario, amministrativo (se ci sono 4 milioni di cause civile pendenti significa che ci sono almeno 8 milioni di cittadini, solo nel civile, che ci hanno avuto a che fare) e ben pochi ne sono rimasti soddisfatti. Per mille motivi. Non tutti giusti, probabilmente. Ma se i giudici pensano che tale sfiducia derivi dai media di Berlusconi, fanno un errore marchiano. La gente si forma un'opinione sulla propria pelle. E sente bene le cicatrici che la 'giustizia' italiana gli ha lasciato addosso. La maggioranza degli italiani sono fortemente insoddisfatti, tranne quelli del PD. A loro, in un modo o nell'altro, va sempre bene. Sempre. Chissà perchè...

  2. avatar-4
    20:53 Martedì 16 Febbraio 2016 ordalia2013 TI DEVI RASSEGNARE BANDITELLO

    Non fai certamente tu le sentenze, neanche quelle che hanno assolto Berlusconi, e che sui giornali salti fuori la colpevolezza di chicchessia (stavi pensando al metodo Boffo adoperato dai tuoi amici?) è veramente una idea patetica.

  3. avatar-4
    18:42 Martedì 16 Febbraio 2016 Bandito Libero ordalia2013 pensa alle mazzette che trovano in bocca al PD.. "dagli 10 pezzi viola.."

    "...quelli grandi, li trovi nella vetrinetta in basso.." Hai capito di cosa parlo, vero ordy? Solo che quelli del PD vengono assolti, per mancanza di dolo, perché il fatto non sussiste, non costituisce reato o per prescrizione. E quando proprio non possono farlo perché l'evidenza della colpevolezza è saltata fuori sui giornali, vengono condannati a pene ridicole ed offensive per la brava gente per bene. Sto per caso parlando dei 'patteggiandi' della firme false del PD e di Chiamparino? Sì, proprio di loro.

  4. avatar-4
    13:59 Martedì 16 Febbraio 2016 ordalia2013 NO PROBLEM

    Perdono tempo anche con i leghisti a cui trovano mazzette in casa .....Una vera schifezza. Ma non mi riferisco ai magistrati ...

  5. avatar-4
    12:58 Martedì 16 Febbraio 2016 apota ...la fantomatica terzietà della magistratura!!!!!

    E' allucinante che per far emergere le truffe e i raggiri, l'Italia abbia bisogno del "Gabibbo"e delle "Iene".E i nostri valenti magistrati????? Perdono tempo con le dichiarazioni di un politico!

  6. avatar-4
    06:06 Martedì 16 Febbraio 2016 Bandito Libero Salvini non ho bisogno di interpreti (vedi sotto)

    Neanche bisognerebbe commentare, ma lo sdegno sale. Affermare che la vergognosa sentenza di Consiglio di Stato, o le incredibili ed offensive proposte di patteggiamento degli amichetti del PD, sono cose fatte bene e sensate, e soprattutto giuste, significa bestemmiare.

  7. avatar-4
    23:55 Lunedì 15 Febbraio 2016 gattonero I partiti seri.....

    convinti che la magistratura deve essere riformata (con molte ragioni a riguardo), dovrebbero evitare sproloqui e volgarità in pubblico, e darsi da fare in Parlamento per le relative riforme. In caso contrario non sono credibili. Sbraitare alla Borghezio, non serve ad altro che fare ridere.

  8. avatar-4
    20:33 Lunedì 15 Febbraio 2016 moschettiere Borghezio Cambronne

    Credo che Salvini si sia lasciato trasportare da un'eccessiva foga espositiva ed è andato oltre le sue convinzioni. Sarebbe comunque auspicabile un maggiore controllo, se - come voglio immaginare - nutre un sincero rispetto per la Magistratura. Su Borghezio Cambronne credo che ogni commento sia superfluo. Il personaggio è tristemente noto per esternazioni di quel livello, forse per rancori mai sopiti (ricordiamo le vicende giudiziarie del Borghezio giovane avvocato in un giro di truffe in odore di mafia...) o forse per un innato senso di ingratitudine (dato che è la vituperata Magistratura a riconoscergli scorta di Carabinieri e auto a carico dei contribuenti...)

Inserisci un commento